Massidda: bivacco in caserma polizia quanto più di disumano per poliziotti e migranti

“Questo non è modo di trattare poliziotti e migranti”. Lo afferma Piergiorgio Massidda, raccogliendo l’allarme dei sindacati di polizia a proposito del disumano bivacco nella caserma ‘Carlo Alberto’ di viale Buoncammino, dove sono stati trattenuti 20 extracomunitari in attesa di espulsione.

“È ormai assodato che la chiusura del Cara di Elmas e la sistemazione dei migranti nell’Hotel 4 Mori non è una scelta giusta – dice Massidda -, per la città, per i poliziotti e per i migranti. Ma aver utilizzato una caserma per trattenere gli espulsi è quanto più di disumano si potesse vedere. Uomini sul pavimento e coperti con plaid d’emergenza è un insulto non solo all’umanità dei poliziotti, ma a quella dell’intero popolo sardo”.

“Esprimo la mia più totale solidarietà ai poliziotti e chiedo ancora fermamente al Ministro degli Interni che vengano inviati uomini e mezzi a Cagliari per garantire la sicurezza della città e degli stessi operatori di polizia. Qui – conclude Massidda – è evidente che tutti i livelli periferici dello Stato sono abbandonati a se stessi e devono tamponare l’emergenza con soluzioni improvvisate. E’ urgente che il Governo dia adeguate risposte ai poliziotti e strumenti alla Prefettura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *