No agli ecocentri a Sant’Elia e Santa Gilla

No alla creazione degli ecocentri a Sant’Elia e a Santa Gilla, no alle discariche in città!

Noi non permetteremo alla giunta Zedda di trasformare il quartiere di Sant’Elia e lo stagno di Santa Gilla in vere e proprie discariche.
Noi vogliamo amministrare la città attraverso scelte diverse e soprattutto coinvolgendo i cittadini.

Zedda sceglie di compromettere due aree di pregio mettendo a rischio la salute di chi ci abita.
Secondo il loro progetto a Sant’Elia verranno smaltiti pesticidi, oli e rifiuti pericolosi, a due passi dal lungomare e dai parchi! Stessa cosa vogliono fare sulle rive dello stagno di Santa Gilla, nella zona di via San Paolo, l’unica grande area libera che potrebbe invece essere destinata alla realizzazione di grandi strutture per gli spettacoli, per il tempo libero e per nuovi progetti di sviluppo e rilancio economico della città.

Questa giunta ha rifatto qualche marciapiede al centro dimenticando le zone dove è più forte il disagio e adesso decide, senza il coinvolgimento dei cittadini, di farle diventare delle discariche.
La tari più alta d’Italia è il prezzo che pagano i cagliaritani per il disastroso piano dei rifiuti dell’amministrazione Zedda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *