Commercio e artigianato. Più sostegno al lavoro di sempre.

Il livello di produttività delle attività commerciali è il segno della situazione economica generale. Allo stato attuale la città si sta impoverendo delle attività commerciali di dettaglio, caratteristiche proprie delle comunità cittadine oltreché supporto per altri comparti strategici come il turismo. Intendiamo arrestare la fuga delle attività commerciali verso gli accorpamenti periferici, fenomeno che sta svuotando di servizi fondamentali la città vissuta. Il nostro progetto intende incentivare gli operatori commerciali attraverso un valido supporto amministrativo in grado di potenziare la qualità dei servizi ai cittadini e la crescita del comparto turistico (adesione a eventi specifici, orari concordati, informazioni in lingua straniera, bollino del commercio di qualità).

E in particolare intendiamo:

Realizzazione del Nuovo Piano del Commercio

Il commercio è stato storicamente il settore trainante dell’economia cagliaritana. La crisi globale che ha interessato anche la nostra Regione non ha risparmiato neanche le attività commerciali, spesso costrette a chiudere, provocando così una diminuzione del tasso di occupazione. Il nostro programma prevede un’attenta analisi del settore , con la proposta di realizzazione di un Piano del Commercio in grado di eseguire una sorta di “radiografia” della città al fine di valutare lo stato attuale. Solo una prima attenta analisi può favorire una visione strategica e creare le condizioni necessarie per incentivare, non con fondi pubblici ma con atti amministrativi concreti, una delle principali fonti di occupazione della nostra Città.

Il piano, inteso come strumento dinamico e flessibile, individuerà, in coerenza con gli altri atti della pianificazione della Città, i distretti commerciali e creerà le opportunità per un loro miglior funzionamento. Dovremo essere in grado di trovare il giusto equilibrio tra piccola e grande distribuzione, avendo presente come le attività all’interno dei quartieri, sopratutto quelli storici, siano il fulcro della riqualificazione e della vivibilità degli stessi. Accessibilità, sicurezza, agevolazioni alle nuove imprese, sono i punti qualificanti del nostro programma di governo.

Sostegno e protezione dell'artigianato

Cagliari città del commercio e dell’artigianato.

Lo sviluppo della città non può dimenticarsi delle eccellenze locali e dei tratti distintivi di una identità che un po’ distrattamente percepisce la globalizzazione come minaccia e non come opportunità. Una città che da sempre vuole essere Capitale deve saper coniugare tradizione e innovazione. L’artigianato può e deve continuare a essere un elemento caratterizzante e tipico della nostra città, e questo può avvenire solo inserendo questa specializzazione produttiva all’interno di un sistema ben organizzato di eventi culturali e fieristici, sfruttando le opportunità concesse dalla globalizzazione per andare a contrastare e sconfiggere la quantità con la qualità.

Co-marketing con le imprese al fine di internazionalizzare il commercio

Cooperare, lavorare insieme, studiare congiuntamente strategie vincenti per la promozione del prodotto. In sintesi avere una visione condivisa per crescere insieme, imprese e Comune. Il nostro programma ha come filo conduttore il Lavoro, inteso come possibilità di creare le condizioni favorevoli ad attrarre investimenti che si traducano in conseguente occupazione, non certo come promessa di posti di lavoro. Il comune non crea lavoro direttamente, ma può creare le precondizioni perché questo si crei. La valorizzazione delle nostre imprese è al primo posto del nostro programma, soprattutto in vista dell’internazionalizzazione del commercio. Se da un lato vogliamo essere il luogo di importanti investimenti di grosse società, dall’altro continueremo sempre a valorizzare e incentivare le politiche di sviluppo delle attività locali.