Innovazione digitale: inventare i nuovi lavori

rev-7L’innovazione rappresenta il cuore di una Smart City. Ma quale innovazione per la Città Metropolitana di Cagliari?

Siamo pienamente coscienti che le tecnologie da sole non generano benessere, ricchezza e qualità della vita e che esse non siano in fine ma uno strumento funzionale alla realizzazione della visione di città. Con in termine “inventare l’innovazione” vogliamo stimolare la nascita e la crescita di quell’energia del terzo millennio che messa al servizio delle esigenze della popolazione sia in grado di creare sviluppo e lavoro.

Una città smart contiene al suo interno una elevata dose di innovazione tecnologica messa al servizio della popolazione sopratutto in relazione alle scelte di governo che a essa viene destinata.

Rilancio della leadership digitale

Cagliari è stata un’importante sede dello sviluppo digitale a partire dagli anni ‘90. Si pensi alle attività pioneristiche del CRS4 nel mondo Internet e alla nascita di importanti società legate al mondo del web che offrono servizi internet su larga scala e che hanno iniziato il loro percorso proprio nella nostra città. Oggi la competizione in questo settore è molto elevata, ma crediamo che avendo una visione a lungo termine si possa acquisire il ruolo di leadership digitale creando quella massa critica di attività e le opportunità in grado di attrarre investimenti dall’esterno. Si tratta sicuramente di una sfida che siamo pronti ad affrontare per lo sviluppo e il futuro della Città.

Sviluppo del polo tecnologico e delle infrastrutture

Una città che come Cagliari vuole essere smart non può non considerare l’importanza del potenziamento delle infrastrutture tecnologiche. Per raggiungere questo obiettivo proponiamo la creazione di un vero e proprio “polo tecnologico” in grado di accelerare e far crescere le idee imprenditoriali che si nutrono di trasferimento tecnologico e si avviano verso una crescita sostenibile, sia dal punto di vista economico, ma anche ambientale e sociale. Il polo sarà al servizio delle imprese, già esistenti o da avviare, e fornirà non solo conoscenze, ma anche un aiuto all’ottenimento di risorse economiche (nazionali, comunitarie o in venture capital), aggiungendo in questo modo competenze ed esperienze di livello globale.

La creazione del polo non avrà ricadute solo sulla città di Cagliari, ma anche sull’intera Area Metropolitana, infatti uno degli obiettivi sarà quello di valorizzare la cultura dell’innovazione e, in coordinamento con gli altri attori del sistema regionale dell’innovazione, sostenere la competitività delle imprese della città Metropolitana di Cagliari.

Il polo tecnologico contribuirà allo sviluppo del territorio e renderà accessibili a tutti le tecnologie informatiche diffondendo la conoscenza delle stesse e delle normative che disciplinano gli strumenti informatici. Ciò avverrà attraverso l’istituzione di corsi di formazione gratuiti per i cittadini della Città Metropolitana.

Partecipazione diretta dei cittadini alle scelte politiche attraverso la rete

Uno dei requisiti che Cagliari dovrà possedere per accedere ai programmi di finanziamento della smart city è la partecipazione attiva dei cittadini nelle scelte dell’amministrazione. Il nostro progetto di governo prevede l’implementazione di un sistema innovativo di democrazia diretta certificata. Il sistema si configura come una soluzione tecnologica online basata sui più avanzati strumenti di comunicazione e certificazione dei dati, in grado di garantire in tempo reale la certezza del voto e una maggiore trasparenza. Il nostro obiettivo sarà quello di istituzionalizzare la piattaforma, mettendola a disposizione dell’amministrazione pubblica affinché coinvolga direttamente i propri cittadini nelle decisioni che contano.